Da sempre noi italiani rivaleggiamo con i nostri cugini transalpini per lo scettro di miglior cucina al mondo. La diatriba tra cucina italiana e cucina francese andrà avanti in eterno, la cosa sicura è che per trovare quelle autentiche si deve andare sul posto. Per questo noi di ViaggioIn vogliamo indicarvi cosa mangiare a Parigi, indicandovi quali sono i piatti tipici da assaggiare visitando la capitale di Francia. Inoltre, badando sempre a qualità e risparmio, vogliamo indicarvi dove mangiare a Parigi spendendo poco regalandovi tutti i migliori rapporti qualità/prezzo della città dell’amore.

Cosa mangiare a Parigi: i piatti tipici della cucina francese

Viaggiando nella capitale francese è giusto essere curiosi di assaggiare i piatti della celebre Nouvelle Cuisine, nata in Francia a inizio Anni 70. Oppure, avendo sentito parlare di un locale famoso per una certa pietanza, si vuole conoscerne i segreti della ricetta. Certamente questo paragrafo con la nostra top10 su cosa mangiare a Parigi è perfetto per voi. La capitale d’Oltralpe è ricca di posti da visitare, come saprete dopo aver letto il nostro articolo cosa vedere a Parigi, ed essendo il centro più grande di un paese dalla grande tradizione culinaria, è normale che abbia anche una lunga trafila di ristoranti di livello. Non mancano però i posti caratteristici e nascosti in cui spesso si trovano i piatti tipici da mangiare a Parigi spendendo poco, o molto meno, rispetto alle attività conclamate. Senza perdere ulteriore tempo eccovi le nostre dritte su cosa mangiare a Parigi:

1) Omelette: dobbiamo per forza iniziare l’analisi di cosa mangiare a Parigi col piatto più noto di Francia: l’omelette, ovvero una simil frittata di uova, riempita o accompagnata con ingredienti più variegati, principalmente formaggi. La semplicità degli ingredienti e dei metodi di preparazione ne fanno la pietanza più nota della cucina francese.

2) Escargot: altro piatto tipicamente francese, inimitabile in nessun’altra parte del mondo, è costituito dalle celebri “Escargot“. Attenzione a definire banalmente questa pietanza come un piatto di lumache. Il condimento è la chiave per non rendere indigesto un alimento delicato e particolare al tempo stesso. Burro e prezzemolo sono fondamentali per dare alla composizione la corretta sapidità e consistenza che assicurano un’esperienza unica nel mangiarla. 

3) Macarons: immancabile nella nostra carrellata su cosa mangiare a Parigi è il dolce tondo, friabile e cremoso al tempo stesso. In virtù dei loro colori sgargianti, sono amatissimi anche dai bambini. In questo caso più che mai bisogna fare attenzione alla produzione e alla qualità, ricordandosi che i Macarons possono essere carissimi al pezzo se fatti artigianalmente. Occhio dunque a non farvi ingolosire dai tanti gusti esistenti.

4) Fois Gras: con tutta probabilità stiamo parlando del cibo francese più pregiato al mondo. Il fegato d’anatra o d’oca deve tutto al suo luogo di origine. Il fatto che si tratti di un’interiora animale fa si che sia fondamentale l’alimentazione dello stesso. Il prezzo è alto, non prendiamoci in giro, quindi diffidate da chi ve lo propina a prezzi stracciati. Il re dei cibi da mangiare a Parigi va consumato solo in locali degni del suo livello.

5) Quiche: a differenza di quanto appena detto, questo piatto è tipico di cosa mangiare a Parigi spendendo poco. Si trova in tutte le boulangerie della città con tante variazioni per soddisfare i palati più curiosi. Alla base di questa torta salata ci sono uova e verdure con la frequente aggiunta di qualche tipo di carne.

6) Les Patisserie: merita un punto elenco a parte tutta la pasticceria francese, questa si in vetta nel mondo per qualità e tradizione. Sarebbe stato ingiusto inserire in questo articolo su cosa mangiare a Parigi solo uno dei suoi tanti prodotti. Possiamo elencarli qui senza voler far torto a nessuno: eclair, fondaunt, moelleux, crepes.

7) Baguette: da noi viene spesso stereotipata col dispregiativo appellativo di “sfilatino francese”. C’è invece una lunga tradizione dietro il pane più famoso d’Oltralpe che ha misure e pesi standard da rispettare. Di recente si stanno introducendo anche innovativi impasti con cereali e frutti da guscio.

8) Soupe à l’Oignon: procedendo nella carrellata dei piatti tipici francesi che arricchiscono questo articolo su cosa mangiare a Parigi spendendo poco, ecco la “zuppa di cipolle“. Da sempre la materia prima che piangere chi la maneggia è caratterizzante la cucina transalpina. Su questa pietanza ci si contende il pregio di ricetta più autentica data la sua storicità.

9) Formaggio (Les Fromage): è d’obbligo fare cenno ai formaggi di cui la Francia è la patria mondiale. Oltre a trovarli sfusi di qualità, soprattutto nei sobborghi di Parigi, questo alimento è famoso per accompagnare spesso pietanze da nobilitare con un gusto deciso, trovandolo spesso mescolato ad esse.

10) Gallette Bretonne: si tratta della versione salata delle celebri crepes dolci che tutti noi conosciamo. L’impasto prevede l’uso di uova e grano saraceno che ne determina un colore più ambrato rispetto a quelle fatte da noi. La farcitura è molto varia, così come per la quiche: verdure, formaggi e carni la fanno da padrone.

Dove mangiare a Parigi spendendo poco

Per capire cosa mangiare a Parigi dovete innanzitutto familiarizzare col francese perché, per colpa del celebre orgoglio transalpino, difficilmente troverete menù tradotti in inglese. Altro suggerimento che noi di ViaggioIn vi lasciamo è quello di andare a scovare il vostro ristorante lontano dal centro cittadino, più avvezzo a moda e shopping. Se proprio non volete allontanarvi dalle zone elitarie della città, potete fare un salto al “Quartiere latino” fatto di vicoli e scorci mozzafiato. Va detto però che qui la qualità rischia di essere annacquata dalla natura turistica del posto. Di seguito invece abbiamo selezionato per voi cinque locali dove mangiare a Parigi spendendo poco che valgano davvero la pena:

1) Il Etait Un Square: merita senza dubbio il primo gradino del podio dei posti dove mangiare a Parigi spendendo poco questo locale tutto fare posto nel XIII Arrondissement. A poca distanza dalla Sorbonne e dal Jardin du Luxembourg, questo locale rock è frequentatissimo per la varietà di piatti proposti. Connubia alla perfezione la tradizione della cucina francese con la sveltezza dei cibi di strada. Nato come steakhouse e burgeria, adesso si sta aprendo anche ai classici con panini rivisitati.

2) Le Crepes de Louis Marie: a due passi dal Pantheon, quindi vicino anche all’Etait Un Square, c’è la creperia più apprezzata della città. Il prezzo stracciato e la freschezza delle materie prime sono premiate dagli utenti che l’affollano ad ogni ora del giorno. La produzione dolce e salata fa si che la gamma di scelta sia ampia. Sulle piattaforme di valutazione è spesso menzionata anche la cortesia del personale. Ecco le RECENSIONI su Tripadvisor di “Le Crepes de Louis Marie”

3) La Bécane à Gaston: il ristorantino posto nella zona Nord della capitale transalpina è l’esatto esempio di quello di cui vi parlavo poc’anzi: ricercatezza delle materie prime senza ostentare i risultati raggiunti con prezzi alle stelle. I menù tipicamente francesi, con qualche influsso italiano che ci aggrada, sono presentati mettendo in risalto la natura dei prodotti di cui sono composti. Il tutto a costi davvero concorrenziali. A condire il tutto un ambiente caldo ed accogliente.

4) Midi 12: si sale leggermente di livello, per presentazione dei piatti e non per il prezzo, col ristorante sito vicino alle Gallerie LaFayette. Ad attrarre in maggior modo i commensali la variegatura nei piatti del giorno in cui lo chef sperimenta di continuo. Anche noi ci siamo avvicinati a questo locale proprio con l’intenzione di scoprire la celebre sorpresa quotidiana del menù. Ciò non toglie che anche le crepes classiche siano da far venir l’acquolina. Trovi qui la carrellata delle foto del menù di Midi 12

5) Le 217 Brasserie Restaurant: ultimo ma non per questo meno buono tra i locali dove mangiare a Parigi c’è la birreria a due passi dalla Chiesa del Santo Spirito, nel quartiere periferico di Bercy. Il posto è piccolo, quindi è preferibile prenotare per trovare posto, ma le pietanze sono stupefacenti. La tradizione è rispettata con pesce di ottima qualità. Piatto forte sono le Escargot e il pesce spada, cibi insoliti per questa tipologia di ristorante. Ciò avvalora il voler rischiare dei proprietari capaci di istruire un personale disponibile e gentile.

Chiusa la rassegna su dove mangiare a Parigi vi ricordiamo che nel nostro sito potete trovare anche i seguenti articoli dedicati alla capitale francese: